Il Progetto

GIUGNO 2013 - Aggiornamento 

Importanti passi avanti sono stati realizzati nella gestione, progettazione e definizione strutturale della Sala Polivalente, quali ad esempio:

- Istituito ufficialmente il comitato responsabile della realizzazione del PalaRotary; 

- Messa a punto costante del progetto strutturale, ormai in fase di definizione finale; 

- Disponibilità dell'Associazione Onlus di S.Antonio e Rovereto per la collaborazione; 

- Ulteriore Impegno dei Rotary Club del Gruppo Ghirlandina.

Ci stiamo districando tra aspetti burocratici, procedurali, strutturali ed economici che stanno ritardando, rispetto alla tabella di marcia progettata, l'apertura ufficiale dei lavori. Ma non molliamo, presto si inizierà a ri-costruire!

 

Alcuni aspetti tecnici

La struttura prevede una sala polivalente a pianta libera di circa 100 mq. attrezzabile e configurabile a seconda delle necessità di utilizzo, spazi di servizio quali magazzino/deposito e locale tecnico, un ingresso/hall per l’accoglimento del pubblico ed un blocco servizi con un ufficio per la gestione e l’organizzazione delle attività per un totale di circa 200mq. totali coperti su di area complessiva pavimentata di 400mq. (20m.x20m.).

Naturalmente una delle principali caratteristiche tecniche sarà la rispondenza della struttura alle più recenti norme antisismiche, come pure una grande attenzione al contenimento energetico ed alla sostenibilità delle tecnologie adottate.

Le soluzione tecniche dei pacchetti isolanti e degli elementi di tamponamento, le scelte dei materiali di finitura interna ed esterna, nonché le soluzioni impiantistiche in progetto mirano
all’ottenimento di un edificio energeticamente “virtuoso”, possibilmente con l’ottenimento della classe Energetica “A”: sono previsti il riscaldamento ed il raffrescamento mediante pannelli radianti a pavimento alimentati da pompa di calore, pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica, ricambio forzato dell’aria per il mantenimento delle migliori condizioni microclimatiche interne in ogni stagione dell’anno, utilizzo di pannelli frangisole per una corretta gestione degli apporti solari naturali, visto il favorevole orientamento (a sud) del fronte dell’edificio.

Gli aspetti formali

Il Comune di Novi si è già formalmente impegnato per la realizzazione a suo carico di tutto quello che riguarda gli allacciamenti dei servizi tecnologici e delle infrastrutture (acqua, luce, gas, fognature), presenti nel sottostrada prospiciente il lotto d’intervento. In data 18.10.2012 è stata protocollata presso il comune la richiesta di assegnazione del lotto di
terreno individuato per questo intervento, verbalmente già accolta dal Sindaco, e sono stati avviati tutti i contatti per la definizione degli aspetti tecnico/formali, in attesa della ufficializzazione tramite comunicato stampa congiunto. In data 21.11.2012 abbiamo ricevuto la comunicazione ufficiale da parte del Sindaco di Novi dell’interesse all’accoglimento della nostra iniziativa ed i primi documenti tecnici che saranno parte integrante della Convenzione che andremo a stipulare, compresa la delibera per la variante urbanistica del lotto in oggetto che ospiterà la struttura polivalente.

I tempi

Le tempistiche previste quindi si sono notevolmente velocizzate, avendo di fatto già la disponibilità del terreno ed il completo sostegno dell’Amministrazione Comunale per una rapida
realizzazione del progetto, la cui tempistica potrebbe essere inizialmente così riassunta:

• entro 31.12.2012 definizione aspetti formali e tecnici con il Comune;
• entro 31.12.2012 definizione di contratti ed appalti con le varie ditte fornitrici di lavorazioni e materiali, in modo da verificare che la disponibilità di fondi sia sufficiente
per il completamento del progetto, adeguando di conseguenza le scelte tecniche o verificando altre possibili risorse per possibili aggiunte o miglioramenti;
• gennaio 2013 inizio dei lavori;
• estate 2013 – consegna della struttura ed inaugurazione del PalaRotary

Al momento non resta altro che essere “ottimisti” e continuare ad impegnarsi per la riuscita di questo importante Service condiviso inizialmente dal Gruppo Ghirlandina e successivamente, grazie a nuove iniziative, anche dal Distretto 2070 e...dal Rotary International.